Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


Arge Alp, festa per i 50 anni: clima e mobilità le sfide per le comunità alpine

Scritto da il 21 Ottobre 2022

“Il cinquantesimo di Arge Alp oggi testimonia un grande progetto, iniziato proprio da questo luogo con i suoi fondatori. Un progetto di collaborazione, di dialogo, di pace tra i popoli: in questo momento in cui la guerra è nel cuore dell’Europa capiamo quanto sia importante che territori diversi cerchino di collaborare e dialoghino fra loro. Un messaggio di dialogo che auspichiamo possa essere raccolto”. Così presidente della Regione e della Provincia di Trento Maurizio Fugatti ieri (20 ottobre) al termine della cerimonia di celebrazione per i 50 anni della Comunità di Lavoro delle Regioni Alpine che si è svolta a Mösern, in Tirolo alla Campana della pace dello spazio alpino, alla presenza dei vertici istituzionali della Regioni che fanno parte di Arge Alp.
Presenti il presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher, il capitano del Tirolo Günther Platter e, tra gli altri, rappresentanti delle Regioni Arge Alp di Baviera, Länder Vorarlberg, Tirolo e Salisburgo, Regione Lombardia Cantoni dei Grigioni, San Gallo e Ticino.

I Capi di governo hanno convenuto che il compito ora, come Arge Alp, è quello di trovare risposte alle grandi sfide attuali e in particolare alla mobilità del futuro nei paesi alpini. “Serve un approccio audace e sostenibile che non si fermi ai confini nazionali e metta al primo posto la qualità della vita della popolazione. Soprattutto in tempi difficili, la cooperazione e la solidarietà sono la via per un futuro buono e comune”, ha affermato Platter.  Quando è stata fondata l’Arge Alp, la priorità è stata data ai temi dei trasporti, dell’agricoltura di montagna e dell’energia. La protezione del clima è ora anche una delle questioni più urgenti. Il motto dell’anniversario 2022 è “Clima.Futuro.Ambiente” e affronta le sfide legate ai cambiamenti climatici globali che colpiscono in maniera particolare la regione alpina, anche come regione d’Europa gravemente colpita dai rischi naturali. “Su iniziativa di Arge Alp, è stato possibile, tra l’altro, ancorare l’energia idroelettrica come fonte di energia pulita e rinnovabile a livello europeo. Siamo anche riusciti a sensibilizzare a livello europeo sulle particolari sfide dell’agricoltura di montagna organizzata su piccola scala. Nel settore dei trasporti, già negli anni ’70 si parlava di attraversamento delle Alpi, che all’epoca era una visione. Oggi, con il Gottardo dal 2016 e poi anche con la Galleria di base del Brennero, sono stati realizzati due collegamenti ferroviari attraverso le Alpi all’insegna di una mobilità moderna, sostenibile e lungimirante”, ha spiegato Platter.  

Dopo la cerimonia iniziale alla quale hanno partecipato formazioni Schützen locali, che hanno salutato a salve le autorità e la banda di Telfs con alcuni intermezzi musicali, il gruppo si è recato verso il colle che ospita la Campana della pace dello spazio alpino, per un momento di riflessione condivisa sui valori fondanti di Arge Alp.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *