Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


Vaccino anti Covid: in Alto Adige copre il 70% dei vaccinabili e il 61,4% dell’intera popolazione

Scritto da il 17 Settembre 2021

E’ stata raggiunta in Alto Adige quota 70 per cento nell’ambito della vaccinazione contro il coronavirus.

Se si prende l’intero numero di abitanti dell’Alto Adige come base di calcolo – su cui si calcola poi la quota di vaccinati – la percentuale dei vaccinati è adesso del 61,4 %. Espresso in numeri assoluti questo significa che 328.469 altoatesini e altoatesine dispongono già dell’integrale protezione vaccinale della doppia dose.

Di tutti i 346.015 cittadini e cittadine – che costituiscono il 64,6 per cento – sono perlomeno in parte protetti grazie alla prima dose vaccinale.

Prendendo nuovamente come base di calcolo la percentuale vaccinabile della popolazione altoatesina, questa quota cresce addirittura al 73,7 per cento. Il numero complessivo delle dosi somministrate dall’inizio della vaccinazione contro il coronavirus ora ammonta in Alto Adige a 638.005. Si tratta di 346.045 prime dosi e 291.990 seconde dosi.

Malgrado questi numeri imponenti a sei cifre si deve dire: non è ancora sufficiente. L’assessore Thomas Widmann: “Nel frattempo il 70 per cento della popolazione oltre ai 12 anni vaccinabile è completamente immunizzata.

Per tutti i gruppi di persone non protette il rischio di una malattia dovuta al Covid rimane elevato, a questo contribuisce anche la variante Delta più aggressiva.

Riguardo all’autunno diventa sempre più importante disporre di un’affidabile protezione vaccinale. Pertanto, continueremo ancora con la nostra offerta vaccinale facilmente fruibile: utilizzatela!”

Il direttore generale Florian Zerzer: “Nel frattempo sono state somministrate a livello mondiale cinque miliardi di dosi vaccinali. Questo dimostra che la vaccinazione contro il coronavirus è sicura ed efficace. Non c’è motivo di esitare a decidersi per la vaccinazione. Faccia la cosa giusta e si decida per la vaccinazione, cosicché noi come comunità trascorreremo bene questo inverno”.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *