Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


La variante Delta raddoppia il rischio di ospedalizzazione

Scritto da il 28 Agosto 2021

Le persone che si infettano con la variante Delta del Sars-CoV2 hanno il doppio del rischio di essere ricoverati in ospedale rispetto a chi contrae la variante Alpha. Sono le conclusioni di uno studio britannico pubblicato su Lancet.

“La nostra analisi dimostra che se non si disponesse dei vaccini, una epidemia dovuta alla variante Delta peserebbe molto di più sui sistemi sanitari, che se fosse causata dall’Alpha”, ha sottolineato Anne Presanis, co-autrice dello studio.

I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 43.000 casi di Covid registrati in Inghilterra tra il 29 marzo e il 23 maggio, periodo in cui la Delta ha cominciato a diffondersi Oltre Manica. La proporzione dei casi legati alla variante Alpha era dell’80% nella media del periodo preso in considerazione (99,8% la prima settimana, 34,8% l’ultima), il 20% di variante Delta. I tre quarti dei pazienti (74%) non erano vaccinati e un quarto (24%) aveva ricevuto una sola dose. Chi aveva ricevuto entrambe le somministrazioni rappresentavano solo l’1,8% degli infetti. Il 2,3% dei casi positivi alla Delta è stato ospedalizzato nelle due settimane successive al test positivo, contro il 2,2% dei casi di variante Alpha.

Ma rielaborando i dati per valutare i fattori conosciuti che fanno variare il rischio di forme gravi (età, gruppo etnico, stato vaccinale) i ricercatori hanno calcolato che il rischio di ospedalizzazione è moltiplicato per 2,26 con la variante Delta rispetto all’Alpha. I pazienti colpiti dalla Delta erano più giovani, con un’età media di 29 anni contro i 31 affetti da Alpha.

Vista la bassa quantità di persone vaccinate nella popolazione studiata, “dai risultati di questo studio emerge prima di tutto il rischio di finire in ospedale per coloro che non sono immunizzati “, spiega Presanis, statistica dell’Università di Cambridge. Ulteriori studi hanno dimostrato che i vaccini conservano una efficacia molto elevata contro le forme gravi di Covid legate alla variante Delta, a condizione si essere stati vaccinati con entrambe le dosi. Con una sola dose l’effetto è limitato.
“Poichè la Delta rappresenta ormai più del 98% dei casi nel Regno Unito, è vitale che chi non ha ricevuto le due somministrazioni lo faccia al più presto possibile”, indica Gavin Dabrera, co-autore dello studio ed epidemiologo dell’Agenzia Public Health England.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *