Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


Investimenti, altri 20 milioni a Trentino sviluppo per macchinari, ricerca e funivie

Scritto da il 20 Novembre 2021

Su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli, la Giunta provinciale di Trento ha approvato una delibera che incrementa di 20,1 milioni di euro la dotazione del piano triennale 2020-22 di Trentino sviluppo Spa, società di sistema della Provincia di Trento.

Le nuove risorse sono suddivise in 4,5 milioni di euro assegnati all’ambito turistico e 15,6 milioni di euro all’ambito produttivo. “Le nuove risorse assegnate a Trentino sviluppo sono un ulteriore segno della volontà di sostenere l’economia trentina in questa fase di ripresa con un’attenzione al sistema produttivo e turistico in un’ottica di sempre maggiore sostenibilità e competitività delle imprese del nostro territorio”, sottolinea l’assessore Achille Spinelli.

Con l’aggiornamento, il piano arriva a una dotazione totale di 219,5 milioni di euro, di cui 155 milioni sulle attività produttive e 19,6 milioni sulle attività turistiche.

Nello specifico, i 4,5 milioni di euro assegnati all’ambito turistico sono destinati al revamping tecnologico degli impianti funiviari di proprietà di Trentino Sviluppo. I 15,6 milioni di euro nell’ambito produttivo serviranno invece per metà – circa 8 milioni di euro – per supportare le politiche occupazionali e lo sviluppo di nuove attività produttive in ambito agroalimentare, meccanico-meccatronico e della manifattura tradizionale su tutto il territorio, con una particolare attenzione alle aree montane e periferiche. Due milioni di euro andranno a completare la progettualità del Polo della Gomma di Rovereto.
Centrale, infine, il sostegno alla ricerca come strumento di attrazione e sviluppo imprenditoriale. La delibera destina infatti 1,6 milioni di euro all’acquisto di macchinari all’avanguardia per i nuovi laboratori TESS-Lab in corso di costruzione in Progetto Manifattura. I laboratori saranno gestiti da Trentino Sviluppo in collaborazione con Fondazione Bruno Kessler e Università di Trento secondo il modello già collaudato con il laboratorio ProM Facility di Polo Meccatronica. All’interno di TESS-Lab si lavorerà in particolare sullo studio e lo sviluppo di batterie a idrogeno e di nuove soluzioni per la sostenibilità.
Ulteriori investimenti nella ricerca industriale sono stati stanziati nell’ambito della meccatronica, della robotica e delle scienze della vita.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *