Ora in onda

Titolo

Artista


Mascherine, stop all’obbligo sui bus e negli ospedali. Il consiglio ai fragili: «Mettetela» 

Scritto da il 29 Settembre 2022

Conto alla rovescia per le mascherine anti-Covid: il 30 settembre scade l’obbligo di indossarle sui mezzi pubblici.

Dal primo ottobre – infatti – non sarà più necessario portare la Ffp2 su bus, treni, funivie, metropolitane, ma anche dentro ospedali, ambulatori medici e Rsa. Il provvedimento è il primo in scadenza tra quelli che riguardano le restrizioni introdotte per la pandemia.

Anche se Patrick Franzoni, medico di Urgenza e viceresponsabile Emergenza pandemia in Alto Adige, la raccomanda fortemente a tutti i malati fragili: «Proteggetevi quanto più possibile ogni volta che si crea un assembramento. Andate in autotutela». Consiglio esteso anche ai giovani nel caso avessero un raffreddore: «Per favore sui mezzi pubblici, coprite sempre naso e bocca anche se il test è negativo. Così tutelate gli altri».

Al momento la situazione è assolutamente sotto controllo anche se l’incidenza settimanale per 100.000 abitanti ha superato quota 500. «Ce lo aspettavamo. Le scuole sono ripartite da una ventina di giorni, la temperatura è scesa e ci si ritrova più al chiuso. Era inevitabile accadesse», spiega Franzoni.

Il consiglio per la popolazione tutta resta comunque quello di vaccinarsi per evitare il Covid grave. «Da pochi giorni abbiamo aperto l’immunizzazione con il vaccino bivalente aggiornato alle varianti Omicron a tutti gli over 12 anni. Stiamo registrando un buon numero di prenotazioni anche se ad onor del vero gli altoatesini che hanno scelto di sottoporsi alla terza o alla quarta dose col nuovo vaccino sono al momento poche migliaia. Dobbiamo fare meglio».


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *