Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


Le Alpi sempre più verdi e povere di neve

Scritto da il 3 Giugno 2022

Sono ormai ben visibili dallo spazio, i cambiamenti che da quasi 38 anni stanno avanzando nelle Alpi, rendendole sempre più povere di neve e ricche di verde, con la vegetazione che sale sempre più in alto: li hanno registrati i satelliti americani Landsat per l’osservazione della Terra, indicando come si comincino a colorare di verde anche alcune zone che si trovano oltre la cosiddetta ‘linea degli alberi’, ossia il confine oltre il quale alle alte quote la vegetazione si impoverisce. Ad analizzare immagini e dati dei satelliti per fotografare lo stato di salute della più grande catena montuosa europea è la ricerca pubblicata sulla rivista Science dalle università svizzere di Basilea e di Losanna, in collaborazione con ricercatori di Paesi Bassi e Finlandia.

Studi condotti in precedenza avevano indicato alcuni effetti del cambiamento climatico sulle Alpi, ma finora non era mai stata condotta un’analisi così dettagliata dei cambiamenti avvenuti nella vegetazione alpina. I satelliti Landsat, di Nasa e Servizio geologico statunitense (Usgs), hanno registrato i cambiamenti avvenuti fra il 1984 e il 2021e la conclusione dei ricercatori è che, come sta accadendo nell’Artico, anche le Alpi stanno diventando sempre più verdi.

Sebbene la riduzione del manto nevoso sia ormai ben visibile dallo spazio, questo non è che uno dei problemi di questa zona unica, osserva Sabine Rumpf, dell’Università di Basilea, che ha condotto la ricerca con Grégoire Mariéthoz e Antoine Guisan, entrambi dell’Università di Losanna. Il problema è infatti una sorta di reazione a catena innescata nelle zone in cui la copertura della neve si è ridotta in modo significativo, sebbene queste rappresentino meno del 10% dell’area, per i ricercatori sono indice di una tendenza preoccupante.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *