Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale

Monci

09:00 12:00


Covid: antivirale Paxlovid efficace anche contro Omicron

Scritto da il 25 Agosto 2022

L’antivirale nirmatrelvir, il principio attivo del farmaco Paxlovid, riduce di oltre il 70% del rischio di andare incontro a ricovero o morte per Covid nelle persone con più di 65 anni. È il dato che emerge da uno studio condotto in Israele e pubblicato sul New England Journal of Medicine.
Paxlovid è un antivirale che ha dimostrato di ridurre sensibilmente le probabilità di un aggravamento di Covid-19 nelle persone a rischio. Tuttavia, spiegano i ricercatori, le sperimentazioni che hanno portato alla sua approvazione sono state condotte in un contesto diverso da quello attuale: in “adulti senza una precedente immunità contro SarsCoV2, ottenuta tramite vaccinazione o infezione da SarsCoV2, e quando la variante dominante era B.1.617.2 (Delta)”.
Lo studio, coordinato da ricercatori del Clalit Research Institute di Tel Aviv, ha ora preso in considerazione l’utilizzo del farmaco in 3.902 persone infettatisi tra gennaio e marzo 2022, quando la variante dominante era Omicron. Il 78% dei pazienti aveva già anticorpi contro il coronavirus perché vaccinato, infettato in precedenza o entrambi.
La ricerca ha concluso che nelle persone con più di 65 anni, l’assunzione del farmaco ha ridotto il rischio di ricovero del 73%, facendo passare i tassi di ricovero da 58,9 casi per 100mila al giorno a 14,7 casi per 100mila. Il rischio di morte per Covid si riduceva invece del 79%. Ancora più alti i vantaggi per chi non era vaccinato né si era infettato in precedenza: in tal caso la riduzione del rischio di ricovero è stata dell’85%.
Dall’analisi emerge che la somministrazione del farmaco non offre, invece, particolari benefici a chi ha meno di 65 anni. In questa fascia di età qualche vantaggio si osserva nelle persone che in precedenza non hanno avuto Covid né si sono sottoposte a vaccinazione.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *