Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale

Adoradio

17:00 20:00


Covid: Agenas, occupazione intensive in 24 ore cala al 4%

Scritto da il 20 Luglio 2022

Nell’arco di 24 ore, in Italia, cala di un punto la percentuale di terapie intensive occupate da pazienti Covid, tornando al 4%. Mentre la percentuale di posti nei reparti ospedalieri di area non critica occupati da pazienti con Covid-19, nell’arco di 24 ore in Italia, è stabile al 17% ma salgono a 10 le regioni in cui il valore supera il 20%: Umbria (43%), Calabria (34%), Valle d’Aosta (33%), Basilicata (29%), Sicilia (28%), Liguria (26%), Friuli Venezia Giulia (23%), Abruzzo (21%), Marche (21%) e Pa Bolzano (21%). E’ quanto emerge dai dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) del 19 luglio, pubblicati oggi.
La percentuale di posti nei reparti di area medica (o non critica) occupati da pazienti Covid nell’arco di 24 ore cresce in 9 regioni: Abruzzo (al 21%), Basilicata (29%), Emilia Romagna (19%), Liguria (26%), Marche (21%), Pa Bolzano (21%), Pa Trento (19%), Umbria (43%) e Valle d’Aosta (33%). Cala in 2: Molise (10%), Puglia (18%). La percentuale dei posti in reparto occupati da pazienti Covid è stabile in 10 regioni: Calabria (34%), Campania (19%), Friuli Venezia Giulia (23%), Lazio (16%), Lombardia (15%), Piemonte (9%), Sardegna (11%), Sicilia (28%), Toscana (15%) e Veneto (12%).
L’occupazione dei posti nelle terapie intensive da parte di pazienti con Covid-19 cresce in 5 regioni: Calabria (10%), Abruzzo (al 4%), Friuli Venezia Giulia (4%), Piemonte (3%) e Veneto (4%). Cala in 6 regioni: Campania (6%), Emilia Romagna (5%), Marche (3%), Pa Bolzano (2%), Toscana (5%), Umbria (8%).
E’ stabile in 8 regioni o province autonome: Lazio (8%), Liguria (6%), Lombardia (2%), Molise (5%), Pa Trento (3%), Puglia (4%), Sardegna (5%), Sicilia (6%). In Basilicata (0%) e Valle d’Aosta (8%) variazione non disponibile.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *