Ora in onda

Titolo

Artista

Programma attuale


Al Buffaure, giochi di una volta e originali maxi sedute con vista

Scritto da il 10 Agosto 2021

L’area escursionistica della Valle di Fassa si arricchisce di una serie di opere artistiche studiate per accogliere il visitatore e fargli godere da nuove prospettive il panorama sulle Dolomiti.

C’è un nuovo essere mitologico che è comparso da qualche settimana sul Buffaure, in Val di Fassa: si tratta di un curioso drago in legno pronto ad accogliere tutti i bambini sulle due panche costruite sui suoi lati. E dalla sua coda prende il via un divertente percorso da fare salto dopo salto, su ciocchi di varie altezze che attraversano tutta l’area circostante invitando ad andare a esplorare i vicini sentieri dedicati ai più piccoli.

Ma il drago non è l’unica novità artistico-ludica del Buffaure. L’artista che lo ha realizzato, Franz Avancini, ha infatti dato vita anche a giochi di una volta, come quello di abilità in cui bisogna fare scorrere una grande palla su due binari avvicinandoli e allontanandoli per mantenerla in equilibrio, e ad altre originali strutture, come i tre troni posti davanti al Castello di Re Laurino, lungo il Sentiero Incantato: delle maxi sedute per sentirsi dei veri re e ammirare il panorama sulla valle. Quella centrale, in particolare, è impreziosita dal volto e dalle corna di un cervo, riprodotte tanto fedelmente da sembrare vere.

All’arrivo della cabinovia Pozza-Buffaure, invece, cinque sdraio giganti accolgono i visitatori e permettono di godersi un momento di relax vista Dolomiti: un’occasione perfetta per originali selfie di alta quota. In cima alla seggiovia, subito poco sotto il Ristorante El Zedron, campeggia invece una panca con ali di farfalla, per scatti sognanti davvero unici davvero alle splendide cime del Sassolungo e del Sassopiatto.

“A breve, inoltre – commenta Christian Lorenz, Presidente Società Buffaure – verranno installati altri giochi ispirati dal passato, come il maxi flipper in legno. Una proposta, come le altre che abbiamo implementato, che intende far vivere la montagna ai più piccoli in una maniera nuova, genuina, in grado di andare oltre il classico parco giochi. In linea con questo, sono molte altre le novità pensate per animare ulteriormente questa zona tutta da scoprire la Val di Fassa e ci auguriamo davvero di poter iniziare a realizzarle al più presto”.

L’area è raggiungibile con la cabinovia Pozza-Buffaure, che accompagna gli ospiti da 1.341 a 2.063 metri di altitudine, e con la seggiovia Buffaure-Col del Valvacin che raggiunge i 2.354 metri e offre una spettacolare vista sulle principali cime dolomitiche: Sassolungo, Sassopiatto, Catinaccio, Gruppo del Sella e sua maestà la Marmolada. Oltre ad un ricco calendario di attività settimanali, tra percorsi di sopravvivenza per adolescenti, lezioni di meteorologia e fotografia con lo smartphone, escursioni per imparare i segreti delle malghe e passeggiate teatralizzare alla scoperta delle leggende del territorio, il 14 e 28 agosto e il 26 settembre sono in programma i trekking in quota con gli alpaca. Numerosi, poi, i percorsi tematici, da provare con l’ausilio del libretto consegnato alle casse degli impianti, le escursioni con vista mozzafiato e ben cinque strutture che propongono piatti tipici: Buffaure, La Bolp, Baita Cuz, El Zedron e Malga Jumela.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. Campi obbligatori *